Santorini

"Santorini è mare, divertimento, vita notturna e mitologia. Un luogo incantato, l'isola più famosa e per alcuni la leggendaria Atlantide. Un tramonto nel più famoso villaggio di Oia vale una vacanza. Immancabile meta per chi ama la Terra degli Dei"

A metà strada tra Atene e Creta si trova Santorini, l’isola greca per antonomasia: è la Grecia come ce la immaginiamo e la sogniamo, la Grecia da cartolina, il gioiello turistico del paese. La sua curiosa forma, con la caldera al centro dell’isola, è il risultato di un’eruzione vulcanica avvenuta 10.000 anni fa che ebbe conseguenze immediate disastrose, con l’affondamento di gran parte dell’isola ma è diventata la ragione del successo turistico di Santorini. Le viste mozzafiato sulla caldera, gli straordinari colori delle formazioni rocciose e gli spettacolari tramonti che vengono considerati i più romantici di tutte le isole greche attirano ogni anno nella più meridionale delle Cicladi 1.5 milioni di turisti. Nonostante la folla e i prezzi altissimi dei suoi hotel chic, Santorini rimane una meta ideale per una vacanza da sogno.

Il modo più veloce e semplice per arrivare a Santorini dall’Italia è in aereo. Santorini è tra le isole greche con aeroporto internazionale. Nel periodo estivo, l’isola è raggiungibile con un volo diretto dalle principali città europee. Oltre all’aereo esistono diverse soluzioni per raggiungere Santorini, che oltre a essere una popolarissima meta turistica è anche punto di snodo per molte altre isole. Per questo motivo a Santorini atterrano tutto l’anno voli provenienti da Atene e d’estate anche dagli aeroporti italiani. Per quanto riguarda i tragitti via mare, ci sono due porti. Uno dedicato agli attracchi di grandi navi da crociera, Thira, e l’altro dedicato ai turisti che vogliono visitare il resto dell’arcipelago o che vogliono sfruttare questo porto per delle escursioni giornaliere, Athinios.

Raggiungere Santorini con un volo diretto

Rappresenta la soluzione più comoda e rapida. Nel periodo estivo ci sono voli diretti per Santorini (quindi senza scalo ad Atene).

Se non trovate un volo diretto per Santorini, oppure se avete acquistato in offerta un volo per Atene, nessun problema. Dal porto del Pireo e Rafina partono quotidianamente diversi traghetti per l’isola. Il traghetto lento, che trasporta le auto, impiega circa 7 ore, mentre l’aliscafo veloce poco più di 4h e 30 min. Fondamentale per non perdere le coincidenze tra aereo e traghetto calcolare lo spostamento dall’aeroporto di Atene al porto del Pireo oppure al porto di Rafina. Nelle tue previsioni considera sempre almeno un’ora in più per gli imprevisti: specie in estate i traghetti o gli aerei possono accumulare dei ritardi considerevoli.

Raggiungere Santorini da Atene in traghetto

C’è in ogni caso l’opzione della tratta domestica da Atene, che in circa 45 minuti raggiungerà l’aeroporto di Santorini. Anche per la coincidenza con il volo da Atene calcolate molto bene i tempi di attesa dello scalo. Le compagnie che coprono la tratta sono la Olympic Airlines, Volotea, Aegean Airlines, Ryanair e da poco anche la compagnia indonesiana Tri-MG Intra Asia Airlines.

Così come a Santorini si trovano intrattenimenti per turisti di ogni sorta, anche le spiagge sono tutte diverse, devi solo scegliere quella che fa per te. Santorini è l’isola con la maggior varietà di spiagge. Proprio in virtù della sua alla sua natura geologica, ti sorprenderà vedere spiagge con sabbia nera, rossa, con ciottoli bianchi o multicolore, o spiagge di sabbia bianca. La sabbia scura potrebbe rendere le tue giornate al sole ancora più calde, ma le acque sulfuree saranno una vera cura di bellezza per la tua pelle.

Spiaggia di Ammoudi

Nei pressi di Oia possiamo scegliere di farci un bagno nella spiaggia di Ammoudi, che si raggiunge in auto o percorrendo un ripido sentiero di 214 scalini arrivando nei pressi del porto e delle poche case che racchiudono questa baia. Qui la sabbia è rossa come anche in altre spiagge dell’isola. La spiaggia è attrezzata.

Spiaggia di Armeni

Armeni è poco distante da Ammoudi (anche in questo caso ci aspetta una lunga scalinata) ma essendo piccola e dalle acque molto profonde è più adatta per lo snorkeling. La spiaggia è attrezzata ma non c’è sabbia.

Spiaggia di Bella

Nei pressi del sito di Akrotiri troviamo invece numerose spiagge. Il versante nord, quello che affaccia sulla caldera, ospita la spiaggia di ciottoli di Bella Bay, piccola e poco organizzata ma accessibile con una breve scalinata.

Spiaggia di Capo Colombo

Capo Colombo si trova invece alle spalle di Oia, sul versante nord est. È una distesa di sabbia nera lunga e stretta, abbastanza isolata se non per la presenza della taverna e di alcuni lettini messi a disposizione dal locale. Il fondale non è alto ma da questa parte dell’isola sono presenti forti correnti, che a volte rendono difficile la balneazione.

Spiaggia di Kamari

Kamari offre invece una bella e ampia spiaggia sabbiosa, la più grande di tutta l’isola, grazie alla quale il turismo si è sviluppato molto rapidamente. Tuttavia qui il fondale scende in maniera repentina, quindi sono poche le famiglie che scelgono questa zona per il loro soggiorno a Santorini. Inoltre state attenti a fare i conti con la spiaggia di sabbia nera, che nelle ore più calde della giornata diventa un vero e proprio forno a cielo aperto!

Spiaggia di Monolithos

Si trova subito dopo l’aeroporto di Santorini la spiaggia di Monolithos, sempre sulla costa est. Sabbia grigia mista a ghiaia e un fondale basso permettono alle famiglie e ai bambini di poter fare un bagno lontano dai centri turistici più affollati, anche se la spiaggia dispone di un paio di taverne e di numerosi alberi che fanno ombra.

Spiaggia di Palea Kameni

La spiaggia di Palea Kameni è quella a maggior concentrazione di zolfo e con le acque più calde. Ciò deriva dalle fumarole subacquee, che aumentano di 5 gradi la temperatura del mare lungo la costa dell’isolotto. Sono acque indicate per chi soffre di dolori reumatici, e le rocce che circondano la spiaggia hanno assunto il colore arancione a causa dello zolfo presente in acqua.

Spiaggia di Perissa

Anche la spiaggia di Perissa è molto ampia, di sabbia scura e ben attrezzata essendo una delle più famose dell’isola. Qui si trova anche la possibilità di praticare diversi sport acquatici, un campeggio e tutto quello che potrebbe piacere ai turisti più giovani.

Spiaggia di Perivolos

La spiaggia di Perivolos, poco più a nord di Perissa, è ampia e meno calda, ma anche meno affollata. Il fondale marino resta profondo come il precedente, infatti la spiaggia è la prosecuzione naturale di Perissa.

Spiaggia di Pori

Sempre a Oia troviamo Pori. 50 scalini separano la spiaggia dalla strada, e qui troverete per lo più turisti locali. La sabbia ha toni rossastri e le acque sono basse, ideali per lo snorkeling. Alle sue spalle una serie di mulini a vento che rendono il paesaggio del tutto singolare.

Spiaggia Red Beach

Sul versante sud di Santorini ci sono delle piccole e spettacolari spiagge. Una viene chiamata spiaggia rossa (Red Beach) per via del colore della sabbia vulcanica e della roccia che scende quasi fin sul mare e circonda la piccola caletta quasi nascosta. Per arrivare qui servono quindi un paio di scarpe da ginnastica utili per poter scendere lungo la scogliera. Se siete amanti dello snorkeling questo è uno dei punti in cui potete immergervi e cercare tesori!

Spiaggia di Therassia

A Thirassia invece abbiamo un solo punto dove potersi bagnare, ed è la piccola spiaggia del porto. Acque trasparenti e tantissimi pesciolini vi faranno compagnia se deciderete di tuffarvi anche qui, prima di tornare verso l’isola maggiore di Thira.

Spiaggia White Beach

Viene definita spiaggia bianca o White Beach, per via della concentrazione di pietre chiare quasi assenti su tutta la costa di Santorini. Quest’ultima è accessibile solo via mare. Una vera oasi di relax, dove si trova anche una piccola taverna. Anche qui è possibile fare snorkeling oppure raggiungere Kambia beach, che la divide dalla Red Beach. Qui niente sabbia ma ciottoli e non è attrezzata.

Spiaggia di Vourvoulos

Scendendo lungo la costa est troviamo la zona di Vourvoulos. È un tratto di spiagge poco conosciute quindi quasi deserte. Sono tutte piccole, in genere di sabbia scura e in alcuni casi ospitano anche delle grotte. Quasi tutte hanno almeno una taverna a loro servizio, tuttavia qui sarete lontani dalla calca delle spiagge più famose.

Spiaggia di Vlychada

La punta più bassa della costa sud ospita la spiaggia di Vlychada. Sabbia grigia su una lunga distesa di 800 metri, il che la rende solitaria al punto giusto e difatti non è attrezzata. Inoltre la posizione la ripara anche dai venti per cui è uno dei posti in cui potrete veramente trascorrere una giornata intera senza pensare ad altro che a voi stessi.

Cosa fare a Santorini? Oltre ad emozionarsi davanti ai meravigliosi tramonti di Oia, Santorini offre innumerevoli opportunità per vivere una vacanza diversa dal solito mare e sole. L’escursione alla Caldera, le spiagge di sabbia colorata, nere e rosse, Santorini ha tantissimo da offrire.

L’isola regala luoghi incantevoli e scenari da sogno che sarebbe forse riduttivo fare una classifica delle 10 cose da fare a Santorini, o indicare i posti più belli. Sono troppi, sono tanti. Oltre a comprendere quali sono i principali da non perdere, è importante capire come muoversi a Santorini. Perché ad esempio se siete dalla parte opposta dell’isola rispetto a Oia, per vedere il leggendario tramonto sarà necessario organizzarsi per tempo.

Nella Caldera col vascello

Fare un giro nella Caldera con un’imbarcazione storica, è una di quelle cose da fare a Santorini. La sensazione di un tuffo nel passato, in uno dei punti più sugestivi dell’isola.

Un giro a Santorini con la guida

Consigliato soprattutto per chi ha poco tempo, la cosa migliore è un tour con una guida che in un solo giorno ti faccia scoprire Oia, Thira e i principali villaggi di Santorini.

Giri in barca

Oltre alla già citata escursione sulla Caldera, è possibile fare un giro in giornata lungo le alte coste dell’isola, attraccando in punti inaccessibili via terra e là fare il bagno. Una visita in giornata alla vicina isola di Anafi è un’altra opzione da valutare.

Immersioni e snorkeling

Per chi ha organizzato una vacanza a Santorini e ama le immersioni qui troverà molte occasioni per divertirsi. I fondali sono molto interessanti e i centri diving non mancano.

Santorini vita notturna

Santorini non è solo tramonti e cene romantiche, ma anche un’isola per chi vuole movimento notturno. L’età media del turismo non è giovanissima come Mykonos, ma anche qui non mancano locali notturni dove sorseggiare un drink con musica di sottofondo o discoteche dove scatenarsi fino all’alba.

Per capire come spostarsi a Santorini partiamo con dire che l’isola è dotata di una buona rete di autobus. Quindi se non desiderate investire nel noleggio di un’auto o di uno scooter, ci sono comunque buone possibilità di muovervi comodamente con i bus.
Oppure noleggiate l’auto nei principali villaggi, all’aeroporto o al porto di Santorini. Le possibilità non mancano. Dipende da come raggiungete l’isola di Santorini.
La vostra scelta sicuramente sarà influenzata anche da dove sarà dislocato l’hotel a Santorini, o comunque dalla soluzione di alloggio decisa. Se non avrete vicino una fermata autobus, meglio scegliere di muovervi con auto o scooter a noleggio.

Noleggiare auto e scooter a Santorini

Vista la calca che può verificarsi in alta stagione è preferibile noleggiare un’auto o un quad, ideali alle strade che potreste trovare, in particolare nei pressi delle spiagge, anche se in questo caso andrete incontro al problema del parcheggio, che, vista la conformazione dell’isola, è raro e molto ricercato. I costi sono leggermente più elevati rispetto ad altre isole meno turistiche, ma vale la pena confrontare diverse agenzie prima di scegliere l’auto che farà al caso vostro.

Potrebbe essere una buona soluzione anche il noleggio scooter, sebbene consigliamo di indirizzarsi verso scooter con cilindrata almeno da 150 cc. Questo più che altro per le distanze da percorrere e per le continue salite che ci sono sull’isola.

Muoversi con gli autobus a Santorini

Per spostarsi all’interno dell’isola i collegamenti in bus sono validi per le principali località turistiche e anche per alcune spiagge, e anche fino a tarda sera ci sarà un autobus che aspetterà l’arrivo del vostro traghetto per poi “scortarvi” fino alla vostra destinazione. Le corse dell’autobus passano per Oia, Akrotiri, Kamari, Monolithos, Perissa e Athinios. Attenzione però. Spesso per spostarsi da un lato all’altro dell’isola è necessario fare il cambio autobus, che quasi sempre avviene a Thira. Qui trovate gli orari degli autobus aggiornati secondo la stagione, e i prezzi dei biglietti secondo la tratta.

Il taxi invece è un servizio non certo economico. Da abbinare la scelta del taxi solo nel caso in cui decideste di spostarvi in autobus, in modo da raggiungere punti non coperti dalla rete di autobus, e rientrare da una passeggiata serale anche quando il servizio autobus non è più attivo.

Clima Santorini: quando andare, temperature e precipitazioni

L’isola di Santorini gode del tipico clima Mediterraneo temperato, con estati calde, soleggiate e secche e inverni miti e brevi. Durante i mesi estivi le temperature medie arrivano fino ai 34° di luglio, mentre d’inverno non scendono sotto i 9° di gennaio. I mesi con più precipitazioni sono gennaio e febbraio, mentre in mesi come ottobre e marzo il clima rimane relativamente caldo. La stagione estiva si apre abbastanza presto e già dalla fine di aprile molti turisti si recano sull’isola di Santorini e, grazie alle condizioni meteorologiche molto favorevoli, possono già fare il bagno in mare. Il bel tempo interessa l’isola di Thira per molti mesi rendendola ideale per una visita in tutti i periodi dell’anno anche se i mesi più gettonati sono quelli che vanno da giugno a settembre compresi. La sera una fresca brezza accarezza l’isola dando refrigerio, soprattutto in estate, dopo una lunga giornata di sole. Le piogge sono quasi del tutto assenti sull’isola di Santorini tranne rare eccezioni, 3 centimetri al mese, da novembre a febbraio.

DOVE DORMIRE

DOVE SI TROVA SANTORINI